Menu Chiudi

Il Chiesino del Redentore

Il restauro di una piccola chiesa è un grande dono per la comunità

Per il 2024 la Comunità Pastorale Santo Crocifisso ha programmato i lavori di restauro del Chiesino del Redentore, la piccola chiesa sussidiaria che abbiamo in Via Parini, adiacente alla grotta con la Madonna di Lourdes.
La Comunità vuole rendere fruibile questa Chiesa che fa parte della memoria religiosa e storica di Meda, facendola bella come le altre e facendo dimenticare lo stato di abbandono in cui si trova. Chiediamo a tutti i Medesi, non solo ai credenti di fede Cattolica, di aiutarci a sostenere le spese che saranno necessarie.

“Non possiamo permettere che una Chiesa rimanga in tali condizioni di abbandono”

Se ne parla da almeno due anni ma finalmente posso dirlo ufficialmente: nel 2024 restaureremo il Chiesino del Redentore di Via Parini. E’ uno dei luoghi simbolo della fede dei Medesi ed ha un urgente bisogno di opere di restauro. Perché sì, anche questa piccola chiesa deve tornare ad essere bella come tutte le altre del nostro territorio e deve essere usata di più: non possiamo permettere, in quanto Cristiani, che una Chiesa rimanga in tali condizioni di abbandono e di degrado. Abbiamo ottenuto dalla Soprintendenza ai beni culturali ed artistici e dalla Diocesi di Milano l’autorizzazione ad iniziare i lavori e nei primi mesi del 2024 iniziamo. Mi piace ricordare che questo Restauro sarà l’ennesima opera che la nostra Comunità dona non solo ai cattolici ma anche a tutti i Medesi: credo che sia giusto ricordare lo sforzo della Comunità Pastorale Santo Crocifisso per mantenere in buone condizioni tutti i suoi luoghi sul territorio di Meda. E non è poca cosa se solo giriamo lo sguardo ed osserviamo lo scempio urbanistico ed edilizio che caratterizza quasi tutte le nostre città. A anche questa volta sono sicuro che riusciremo
a pagare tutte le opere raccogliendo i fondi tra i fedeli parrocchiani e tra i Medesi tutti. I lavori costeranno circa 150 mila euro e per la raccolta verranno organizzate diverse iniziative in tutte le nostre Parrocchie, alcune delle quali hanno già avuto avvio. Mi piace qui ricordare che il mercoledì in piazza Cavour c’è un mercato e l’obiettivo è quello di aprire il Chiesino, una volta restaurato, tutte le settimane per permettere una preghiera ma soprattutto per restituirlo a tutti. Ora ci serve la generosità dei Medesi: ma di quella non ho alcun dubbio.
La mia benedizione su tutti voi.

Mons. Claudio Carboni

Ecco cosa faremo

L’intervento di restauro spiegato dall’impresa che eseguirà i lavori

Il Chiesino del Redentore, risalente alla fine del XIX secolo, sorge su via Parini, all’altezza del civico 2 a Meda. La struttura si compone di un unico ambiente, forse frutto del riadattamento di una preesistenza architettonica. L’edificio ha un’unica navata con soffitto a volta, all’interno vi sono alcune decorazioni di carattere pittorico, tra cui l’immagine del Redentore, a cui la piccola chiesa deve il proprio nome. A seguito del passare del tempo è necessario un intervento di restauro conservativo.

All’esterno si nota anche a occhio nudo la necessità di intervenire sugli intonaci essendo alquanto ammalorati con, in più punti, dei distaccamenti.
Sulla facciata principale vi sono anche elementi in pietra, cornici della porta di ingresso e della finestra, ammalorati.

All’interno l’impianto pittorico si presenta ancora visibile anche se bisognoso di un intervento di accurata pulitura e di protezione, e ove necessario di integrazione.
Sopra l’altare l’immagine del Redentore a cui la Chiesa è dedicata è di pregio e merita di essere recuperata.

Nelle parti laterali sono visibili anche se non in modo omogeneo delle decorazioni a secco.

La patina anche di sporco accumulato nel tempo è talmente significativa che ha appiattito le finte profondità delle decorazioni.
L’intento dell’intervento di restauro è di ridare piena visibilità sia alle decorazioni che alle pitture presenti all’interno del Chiesino. Siamo certi che a seguito della pulitura, tutto potrà essere molto più leggibile.

Il Chiesino del Redentore a cui moltissime persone sono affezionate tornerà ad essere come in origine un bellissimo luogo di culto e di devozione.

(Estratto della “Relazione di Restauro”
presentata per le autorizzazioni necessarie)

Adotta un dipinto

Adotta un dipinto del Chiesino è l’iniziativa rivolta agli operatori economici di Meda, agli industriali, agli artigiani, a tutti i titolari di reddito di impresa

Adotta un dipinto del chiesino è l’iniziativa rivolta agli operatori economici di Meda, agli industriali, agli artigiani, a tutti i titolari di reddito di impresa che potranno usufruire di uno sgravio fiscale particolare che ci è stato concesso per l’esecuzione di questo restauro. Le modalità per ottenere questo beneficio fiscale le trovate sull’ultima pagina di questo volantino. Per aderire all’iniziativa viene richiesta una donazione di almeno € 2.000,00.
Tutti i benefattori saranno ricordati su una piccola stele che verrà posizionata all’interno ed all’esterno del Chiesino al termine del Restauro.

Benefici fiscali delle donazioni

La Soprintendenza per i beni architettonici e paesaggistici di Milano, con Nota 23370 del 13 settembre 2023, ha autorizzato la Parrocchia Santa Maria Nascente di Meda, i lavori di restauro risanamento conservativo (art. 21, comma D.Lgs. n. 42/2004) della Chiesa Sussidiaria del Redentore (Chiesino del Redentore) dando l’assenso a beneficiare di contributi liberali per la copertura delle opere di ristrutturazione (ex art.100, c.2, lettera F TUIR 917/1986)
Tali erogazioni corrisposte alla Parrocchia Santa Maria Nascente per la ristrutturazione del Chiesino del Redentore sono così deducibili:
Persone fisiche (non titolari di reddito d’impresa) danno diritto ad una detrazione dall’imposta lorda pari al 19% dell’ammontare della somma erogata, senza alcun limite di importo donato;
Soggetti titolari di reddito d’impresa possono portare in deduzione dal reddito d’impresa la somma erogata, senza limiti di importo.
La Soprintendenza per i beni architettonici e paesaggistici di Milano, con Nota 23370 del 13 settembre 2023, ha autorizzato la Parrocchia Santa Maria Nascente di Meda, i lavori di restauro risanamento conservativo (art. 21, comma D.Lgs. n. 42/2004) della Chiesa Sussidiaria del Redentore (Chiesino del Redentore) dando l’assenso a beneficiare di contributi liberali per la copertura delle opere di ristrutturazione (ex art.100, c.2, lettera F TUIR 917/1986)
Tali erogazioni corrisposte alla Parrocchia Santa Maria Nascente per la ristrutturazione del Chiesino del Redentore sono così deducibili:

  • Persone fisiche (non titolari di reddito d’impresa) danno diritto ad una detrazione dall’imposta lorda pari al 19% dell’ammontare della somma erogata, senza alcun limite di importo donato;
  • Soggetti titolari di reddito d’impresa possono portare in deduzione dal reddito d’impresa la somma erogata, senza limiti di importo.

Sia per le persone fisiche (non titolari di reddito d’impresa) che per i soggetti titolari di reddito d’impresa le somme sono detraibili e/o deducibili nell’anno in cui vengono corrisposte alla Parrocchia.


MODALITA’ DI CORRESPONSIONE DEL CONTRIBUTO
Coloro che sono interessati a beneficiare delle detrazioni fiscali sopra riportate devono farne espressamente richiesta al momento della donazione, in quanto tra la Parrocchia e l’offerente dovrà essere sottoscritta un’apposita convenzione contenente i riferimenti della ristrutturazione e dell’offerente e che sarà cura della Parrocchia predisporre

Modalità di pagamento: l’erogazione deve essere effettuata tramite sistemi di pagamento tracciabili previsti dall’art. 23 d.lgs n. 241/1997 (carte di debito, carte di credito, bonifici, assegni bancari e/o pagamenti) non è prevista una specifica modalità di erogazione del contributo, ma essendoci necessità di documentare il pagamento, si ritiene opportuno effettuare i pagamenti con assegni bancari o con bonifici.


Dati da inserire nel bonifico
Beneficiario: Parrocchia Santa Maria Nascente
Istituto bancario: BCC di Carate Brianza – AGENZIA di MEDA
IBAN IT 08 F 08440 33360 000000016913
Causale del versamento: Erogazione liberale ristrutturazione della Chiesa Sussidiaria del Redentore – Meda Via Parini 2

Rilascio della ricevuta di pagamento: la Parrocchia all’atto del pagamento, rilascerà all’offerente ricevuta comprovante il relativo pagamento.

Non perderti il nuovo numero di Febbraio 2024 de "La Voce della Comunità". Scaricalo ora!

X
Apri la chat
1
Hai bisogno di supporto?
Ciao!
Siamo la segreteria dell'Oratorio Santo Crocifisso. Dicci come possiamo esserti d'aiuto, ti risponderemo il prima possibile.