Menu Chiudi

Oratorio feriale 2020

Il tempo che stiamo vivendo ci sta portando a recuperare una certa “normalità”, seppur segnata ancora da prudenza e regole stabilite per la tutela della salute di tutti. Tra queste anche alcune relative ad attività di aggregazione come quelle degli oratori. Anche l’estate, che ormai è alle porte, sarà inevitabilmente “particolare”. Il nostro Arcivescovo Mario, nella messa crismale che ha celebrato lo scorso 28 maggio in Duomo, ha detto che “non ci sono le condizioni per proporre l’oratorio estivo come siamo stati abituati a fare”.

Questa è una notizia “triste” prima di tutto per la Comunità, per coloro che sono il cuore pulsante dell’oratorio estivo, cioè gli animatori, e anche per i bambini e i ragazzi che lo rendono bello, vivace e unico. Siamo anche ben consapevoli della necessità di molte famiglie di avere una proposta educativa per impegnare il tempo dei propri figli, in un contesto educativo e di relazione “dal vivo”. Ma dobbiamo essere realisti e prudenti: la proposta “classica” dell’oratorio estivo, con i tempi e le modalità che ben conosciamo, è basata sul volontariato di adulti e adolescenti, e non può reggere al peso delle Linee guida emanate dal Governo, che impongono notevoli attenzioni e obblighi, sulla cui trascuratezza si risponde a livello penale. 

Non riusciamo, però, a rimanere con le mani in mano! Vogliamo organizzare qualcosa, anche se sarà inadeguato o insufficiente rispetto alle esigenze di famiglie e ragazzi in questo momento. Stiamo pensando e organizzando, coinvolgendo educatori e adulti della comunità, una proposta educativa che sia sicura nella modalità di gestione, e offra la possibilità di relazione tra i ragazzi e di crescita umana e cristiana.

La proposta prevede due modalità:

– Attività online a partire dalla seconda metà di giugno: grazie all’impegno e alla creatività di adulti, educatori e animatori, proporremo momenti di incontro e di festa, laboratori, attività, giochi a squadre, utilizzando piattaforme e social. Sappiamo che in questo periodo i nostri ragazzi sono stati notevolmente appesantiti dall’utilizzo di questi mezzi, ma questo è quanto possiamo fare nell’immediato.

– Dall’inizio di luglio, se ci saranno le possibilità organizzative, affiancheremo delle attività in presenza: a piccoli gruppi, bambini e ragazzi potranno venire in oratorio per qualche ora al mattino e/o al pomeriggio, a seconda delle richieste e delle persone disponibili ad aiutare e portare avanti questo progetto.

Sarà nostra premura tenervi costantemente aggiornati sugli sviluppi organizzativi e le modalità concrete della proposta.

Ri-cominciamo a fare quello che è consentito perché le nostre comunità, e in particolare i nostri ragazzi, ne hanno bisogno: vogliamo esserci, nel modo migliore in cui possiamo farlo!

Stay tuned!

Sono aperte le prenotazioni per le celebrazioni del 6 e 7 Giugno

Prenota
X